Usare Flickr come strumento nel social media marketing

Utilizzare a scopi promozionali, o comunque informativi i social network,
può essere considerato uno degli aspetti pratici più importanti del Social Media Marketing,
e per ottenenere risultati soddisfacenti è necessario conoscere i social network ed il loro
specifico funzionamento.

Prima di tutto, un po di storia:
Flickr nasce da un gioco multiplayer della Ludicorp (2002): Game Neverending, Nel 2004
al gioco venne aggiunta una nuova funzionalità, un ambiente di condivisione di foto, questa
funzionalità superò velocemente il prodotto stesso. I fondatori della Ludicorp sono: Caterina Fake,
Stewart Butterfield e Jason Classon. Nel marzo del 2005 venne acquisita da Yahoo!

Un utilizzo frequente di flickr è quello di cercare foto per poter
scegliere il luogo delle proprie vacanze, o comunque per esplorare un po alla ricerca di “sogni”

Quindi supponendo di voler pubblicizzare un’agenzia di viaggi, o una struttura turistica, un villaggio,
un hotel, o un B&B, una cosa molto utile è che, cercando tra le foto di una data località
l’utente possa trovare le foto pubblicate direttamente dalla struttura, o dall’agenzia e magari
se interessato, raggiungerne velocemente tramite flickr il sito.
Questo modo di trovare le informazioni è una via molto più confidenziale per l’utente, che,
a differenza dei risultati che trova nei motori, che ormai percepisce sempre meno come propri,
il valore di una ricerca del genere è vermante maggiore, si tratta di una scoperta personale,
trovata in un percorso intuitivo e spontaneo, un’associazione molto forte.

Un primo passo è quello di creare un’account e di inserire delle foto, durante l’inserimento
la cosa più importante è quella di curare bene la scelta dei tag, se per esempio
pubblichiamo foto dell’isola di Mataking ci assicureremo di inserire tag come: Mataking, isola,
isola di Mataking, ed aggiungeremo del testo all’immagine, magari due righe sulle bellezze e
le particolarità dell’isola di Mataking, senza dimenticarsi di inserire un link al sito.

Un secondo aspetto molto importante è la geolocalizzazione, un argomento che, data la vastità
non intendo approfondire in questo articolo, come ottimo punto di partenza però
consiglio questo gruppo su flickr.
Attraverso la geolocalizzazione aumenteremo la probabilità che le foto pubblicate vengano
trovate nell’ambito di ricerche pertinenti.

Un’altro aspetto fondamentale: la partecipazione, trovare utenti con affinità tematiche,
commentare alcune delle loro foto, ed inserireli negli amici, come prassi è più che sufficente.

Inoltre, una volta realizzato il nostro spazio su flikr, si può procedere alla sua
ottimizzazione, per cercare di far comparire e competere le nostre foto
nell’indicizazione dell’algoritmo di ricerca di flickr: explore.
In questo caso si parla di SMO: Social Media Optimization. Per ulteriori approfondimenti,
c’è un’interessante articolo di Online marketing abbastanza esplicativo. Dove viene anche segnalato un gruppo di discussione sull’argomento.

L’argomento meriterebbe di esser ampliato e trattato in maniera più approfondita, ma questo esula
dallo scopo di quest’articolo che vuole essere più uno stimolo che una guida

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...